Kasaway e-commerce > Faq servizio clienti Kasaway

Qui sotto puoi trovare le domande più frequenti sui nostri prodotti. Se hai altre domande, scrivici compilando il form che trovi in fondo alla pagina!

LA POSIZIONE MIGLIORE PER DORMIRE BENE

Non esiste una posizione migliore di altre, tutto dipende da più fattori, come la forma della colonna vertebrale, la tua stazza, il tipo di attività fisica, il lavoro che si svolge e le proprie abitudini quotidiane.

Tu in quale posizione dormi?
Possiamo dire che esistono 3 posizioni con cui dormiamo:

1. A pancia in su o supina;

2. A pancia in giù o bocconi;

3. Su di un lato o posizione fetale.

1. Posizione pancia in su


La posizione supina è la preferita di chi soffre di reflusso gastroesofageo, infatti per limitare il problema si tende ad usare una rete reclinabile e uno o più cuscini per tenere la testa e il petto più in alto rispetto al corpo.
Dormire a pancia in su
limita la formazione di rughe e il rilassamento del seno, inoltre distende la pelle.
Di contro, come è risaputo, dormire a pancia in su fa russare alla grande.
Il materasso più adatto per chi dorme a pancia in su è quello in
Memory Foam perché è quello che si adatta meglio alla curva della schiena rispetto a quelli rigidi.

 2. Posizione a pancia in giù

Questa posizione è la meno adatta per chi soffre di mal di schiena e dolori alla cervicale ma in compenso è quella che fa russare meno.

All’opposto della posizione supina, questa posizione, col tempo aumenta le rughe e il rilassamento del seno.

Chi dorme a bocconi solitamente necessita di un materasso più rigido come un materasso a molle insacchettate o un materasso a molle classico e anche il cuscino dovrebbe essere più basso.

3. Posizione fetale

Questa posizione è consigliata alle donne incinta, i medici consigliano questa posizione alle gestanti, per favorire la circolazione sanguigna e non affaticare il cuore.
La posizione fetale non ci fa russare ma per contro potrebbe causarci dei dolori alle spalle e alle anche.

Il materasso consigliato per chi dorme in questa posizione è in Memory Foam o a molle insacchettate, medio morbido.

Dormire con o senza cuscino?

 Questione di abitudine o c’è una motivazione salutistica? Gli italiani si dividono, anche se la maggior parte afferma di dormire con il proprio inseparabile guanciale.

Il guanciale è un ottimo supporto per la testa, la nuca e la cervicale e ci aiuta a rilassarci e a dormire meglio.
Come abbiamo detto, una parte di italiani si addormenta nel proprio letto senza cuscini, per una questione di abitudine o perché si fa fatica a trovarne uno comodo, d’altronde la scelta va ponderata proprio come quando si sceglie una rete o un materasso; è vero, la spesa per l’acquisto di un guanciale è nettamente inferiore, però a nessuno piace spendere soldi per qualcosa di scomodo che alla fine non userebbe.
Quante volte abbiamo dormito con cuscini troppo alti, troppo bassi, troppo morbidi, troppo duri?
Pensate solo cosa vuol dire per molti dormire su un letto diverso, magari il classico letto d’albergo, con il classico cuscino scomodo!

Perché è meglio dormire con il cuscino?

1. Il cuscino è confortevole
Il guanciale di qualità ci permette di riposare in modo confortevole, comodo, soprattutto se abbiamo trovato quello adatto alle nostre esigenze.

2. Sostiene la testa
Il giusto cuscino ci permette di sostenere la testa e il collo permettendoci di dormire in modo corretto. Un buon cuscino rilasserà la schiena e la zona cervicale, parte sempre più spesso sollecitata e dolorante (il cosidetto text neck) a causa delle posizioni scorrette adottate durante la giornata a lavoro o per l’utilizzo dello smartphone.
3. Mantiene la giusta postura
Mantenere la postura diurna (testa leggermente in avanti) anche durante le nostre 6/8 ore di sonno ci permetterà di avere meno dolori quindi di svegliarci meglio al mattino.
4. Completa il sistema letto
Il materasso, la rete e il guanciale sono quello che gli esperti di postura e dormire bene chiamano sistema letto.
Dormire con una buona rete, un buon materasso e un buon cuscino migliora il nostro benessere notturno e diurno perché se non dormiamo comodi ne risentiamo durante la giornata.

Qual è l’altezza giusta del materasso?

Esistono altezze diverse a seconda della nazione?

Diciamo di sì! Esistono tanti modelli di materasso con spessore e dimensioni varie. Come si può immaginare, negli Stati Uniti generalmente i materassi sono più alti e più grandi. Questa tendenza pian piano sta prendendo piede anche in Italia.

Questione di megalomania o ci sono degli studi che supportano la tesi per la quale dei materassi più alti permettono agli individui un sonno migliore?
La National Sleep Foundation e altre associazioni indipendenti sostengono questa tesi, non è solo tendenza o mania americana, più alto è il materasso più dormiremo meglio!

I Materassi più alti sono più costosi?

Si, i materassi più alti, essendo più voluminosi tendono ad essere mediamente più costosi dei normali, più materiale e diversi strati che compongono il prodotto influiscono sicuramente nel prezzo finale.

I materassi più alti sono migliori di quelli bassi?

Non sempre però l’altezza maggiore vuol dire qualità più alta. I materassi in Memory Foam sono 2 – 3 centimetri più bassi dei materassi a molle insacchettate ma performano meglio dal punto di vista dell’accoglienza della colonna vertebrale.

Esiste uno spessore ideale?

Non esiste un’altezza ideale del materasso, c’è da dire però, che i materassi troppo bassi e realizzati con materiali troppo morbidi influiranno negativamente sulla qualità del sonno.

Secondo alcuni studi e pareri di esperti il materasso in Memory Foam di qualità deve avere un’altezza compresa tra i 18 e i 24 cm mentre per i materassi a molle, l’altezza dev’essere tra i 23 e i 30 cm.

Item added To cart
Call Now Button
X